testata home OK

Martedì, 16 Aprile 2019 06:53

Auguri pasquali: ma cosa auguriamo?

Fra Angelico, Noli me tangere (frammento) Fra Angelico, Noli me tangere (frammento)
I biglietti di auguri in commercio offrivano – in passato – la possibilità di raggiungere più persone senza l’impegno di dover scrivere a lungo. Poi con la posta elettronica è sembrato che quei biglietti fossero destinati a sparire, perché il breve messaggio poteva essere mandato più rapidamente via internet

Ma lo sviluppo dei mezzi di comunicazione ci permette di spedire facilmente anche le immagini, e quindi i biglietti augurali ritornano, con immagini digitali più o meno belle e accattivanti, complete di frasi già pronte, che basta solo firmare e spedire. Magari non c’è neanche bisogno di firmare, il mittente si vede lo stesso. E gli auguri arrivano a destinazione in tempo, anche quando ce ne ricordiamo all’ultimo momento.

Così per i compleanni e varie ricorrenze personali o sociali, e ormai perfino senza una particolare occasione, solo per augurare il buon giorno o una buona settimana.

In questi giorni ci saranno in giro tante cartoline digitali, gif animate, video di auguri, per … già, per quale motivo? Per la Pasqua. O per “le feste”. O anche per l’inizio della primavera. Va bene, ognuno può celebrare quello che vuole e con l’immagine che gli piace di più: ci sarà chi manderà gli auguri con un pulcino, con le uova colorate, con un coniglio o anche con qualche immagine che rappresenterà un personaggio avvolto nella luce, uscente da uno spazio buio (una grotta? una tomba? un nascondiglio?).

Ognuno può mandare le immagini che considera belle, originali, intriganti, quelle che si pensa piaceranno al destinatario. Sicuramente.

Ma … se questa festa significa per te la risurrezione di Gesù, cosa ci evoca la sua immagine fra i graziosi coniglietti e i mazzolini di fiori? In fin dei conti, è festa nostra perché è festa sua, la sua vittoria sulla morte è la realizzazione del suo progetto di vita per tutti noi. E ognuno di noi ha bisogno di incontrare il suo sguardo.
Letto 4 volte Ultima modifica il Mercoledì, 17 Aprile 2019 07:08

Articoli correlati (da tag)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

homeVia Appia Antica 226
00178 Roma (Italia)

tel

+39 06 78 44 11

icona fax+39 06 78 44 11 217

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi siamo

L’“Unione S. Caterina da Siena delle Missionarie della Scuola” è una congregazione religiosa domenicana.
Siamo chiamate ad affiancare il cammino dei nostri contemporanei con lo studio e la preghiera e a cercare con loro le risposte evangeliche agli interrogativi di società complesse e multiculturali. 
Vogliamo perciò vivere in coerenza un cristianesimo di frontiera ed essere lievito e sale, che hanno poca visibilità ma fanno crescere e danno sapore. 
L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.